Full of life

di John Fante, Fazi 1998; Einaudi 2009

ne parliamo martedì 15 dicembre 2009

copt13.jpg“Era una casa grande perché eravamo gente con progetti grandiosi. Il primo era già lì, una sporgenza all’altezza del suo punto vita, una cosa dai movimenti sinuosi, striscianti e contorti come un groviglio di serpi. Nelle tranquille ore prima di mezzanotte appoggiavo il mio orecchio su quella zona e sentivo un gocciolio come da una sorgente, dei gorgoglii, dei risucchi e degli sciabordii.

Dicevo: – Si comporta proprio come il maschio della specie.”

John e sua moglie Joyce sono alla prese con l’arrivo del loro primo figlio, e con l’improvviso attacco di una schiera di voraci termiti contro la loro casa di Los Angeles. In soccorso arriva il padre Nick, il “più grande muratore della California” …

Tra litigate e riappacificazioni, lacrime e sorrisi, crisi mistiche e formidabili bevute di vino, una serie interminabile di piccole disavventure con un eroe – il pedre di fante – ritratto con una tenerezza ironica che non ha uguali.

Full of life, unico grande successo di fante in vita e indimenticabile racconto di come un uomo e una donna possano amarsi e odiarsi, essere una contro l’altro e poi ancora amarsi e sentirsi insieme, rivela uno scrittore al massimo delle proprie possibilità espressive, il cantore disarmato di una bizzarra epopea domestica.

Full of lifeultima modifica: 2009-11-21T10:38:41+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento