BOHUMIL HRABAL

c0e316b36b80b0ecc19f56da406091a1.jpgLe nozze in casa : romanzetto femminile

A raccontare è Pipsi, tenera fanciulla di origini tedesche e altoborghesi, che la guerra allontana dai genitori e da una vita privilegiata, proiettandola nella Praga postbellica degli anni Cinquanta, tra gli assurdi dettami del realsocialismo. Nitidi fotogrammi scandiscono la storia dei primi incontri in un cortiletto di periferia o del corteggiamento retrò cui fanno da sfondo le cucine fumanti dell’hotel Pariz, le gite estive sulla Vltava, per culminare nella grandiosa scena delle nozze che ha i segni e i colori di uno Chagall boemo.

1b6aa0d343cf9dc847633c4083ac04db.jpegBOHUMIL HRABAL

Nato a Brno, in Moravia, nel 1914, Hrabal fu tuttavia attratto subito da Praga, che lo affascinò quale luogo d’incontro di svariate culture, uno dei centri fondamentali dell’Impero Austro-Ungarico.

Nel 1939 i suoi studi di legge furono bloccati dall’invasione della Cecoslovacchia da parte della Germania nazista, e per mantenersi cambiò tantissimi mestieri. Iniziò a diffondere poesie negli anni Trenta senza successo. La vena artistica si indirizzava piuttosto verso la narrativa, secondo toni non-intellettuali e autobiografici, continuamente legati alla sua formazione attraverso i mestieri.

Dopo il 1968 le sue opere furono completamente censurate da parte del regime cecoslovacco, tuttavia i suoi romanzi circolavano tramite canali clandestini, e la diffusione era tale da renderlo un maestro riconosciuto, con una crescente fama anche fuori dai confini della Cecoslovacchia.

Morì a Praga nel 1997, probabilmente suicida.

Tra le sue opere, Inserzione per una casa in cui non voglio più abitare, Una solitudine troppo rumorosa, L’uragano di novembre.

Le sue descrizioni anti-eroiche, ricche di elementi grotteschi, di vicende quotidiane minime sempre ai limiti del paradosso, collocano Hrabal sul filo del surreale. La sua prosa burlesca aderisce al parlato popolaresco, in un flusso ininterrotto di invenzioni e di “chiacchiere”. La facilità di lettura cela però un complesso intricato di combinazioni e derivazioni linguistiche, con disinvolti registri lessicali.

BOHUMIL HRABALultima modifica: 2008-03-06T13:00:52+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento